Guarda il Lezionario
Il commento della Fraternità Gesù Risorto di Tavodo
Il Foglietto delle Famiglie della Visitazione

Prima lettura – Audio
2Sam 7,1-5.8-12.14.16

Il regno di Davide sarà saldo per sempre davanti al Signore.

Dal secondo libro di Samuèle

Il re Davide,/ quando si fu stabilito nella sua casa,/ e il Signore gli ebbe dato riposo da tutti i suoi nemici all’intorno,/ disse al profeta Natan:/ «Vedi,/ io abito in una casa di cedro,/ mentre l’arca di Dio sta sotto i teli di una tenda».// Natan rispose al re:/ «Va’,/ fa’ quanto hai in cuor tuo,/ perché il Signore è con te».//
Ma quella stessa notte/ fu rivolta a Natan questa parola del Signore:/ «Va’/ e di’ al mio servo Davide:/ “Così dice il Signore:/ Forse tu mi costruirai una casa,/ perché io vi abiti?// Io ti ho preso dal pascolo,/ mentre seguivi il gregge,/ perché tu fossi capo del mio popolo Israele.//  Sono stato con te dovunque sei andato,/ ho distrutto tutti i tuoi nemici davanti a te/ e renderò il tuo nome grande/ come quello dei grandi che sono sulla terra.// Fisserò un luogo per Israele,/ mio popolo,/ e ve lo pianterò perché vi abiti e non tremi più/ e i malfattori non lo opprimano come in passato/ e come dal giorno in cui avevo stabilito dei giudici/ sul mio popolo Israele.// Ti darò riposo da tutti i tuoi nemici./ Il Signore ti annuncia che farà a te una casa.//
Quando i tuoi giorni saranno compiuti/ e tu dormirai con i tuoi padri,/ io susciterò un tuo discendente dopo di te,/ uscito dalle tue viscere,/ e renderò stabile il suo regno.// Io sarò per lui padre/ ed egli sarà per me figlio.//
La tua casa e il tuo regno/ saranno saldi per sempre davanti a me,/ il tuo trono sarà reso stabile/ per sempre”».

Salmo responsoriale
(di norma deve venire eseguito in canto)
Sal 88

Rit.:Canterò per sempre l’amore del Signore.

Canterò in eterno l’amore del Signore,
di generazione in generazione
farò conoscere con la mia bocca la tua fedeltà,
perché ho detto: «È un amore edificato per sempre;
nel cielo rendi stabile la tua fedeltà».

«Ho stretto un’alleanza con il mio eletto,
ho giurato a Davide, mio servo.
Stabilirò per sempre la tua discendenza,
di generazione in generazione edificherò il tuo trono».

«Egli mi invocherà: “Tu sei mio padre,
mio Dio e roccia della mia salvezza”.
Gli conserverò sempre il mio amore,
la mia alleanza gli sarà fedele».

Seconda lettura – Audio
Rm 16,25-27

Il mistero avvolto nel silenzio per secoli, ora è manifestato.

Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani

Fratelli,/
a colui/ che ha il potere di confermarvi
nel mio vangelo,/ che annuncia Gesù Cristo,/
secondo la rivelazione del mistero,/
avvolto nel silenzio per secoli eterni,/
ma ora manifestato mediante le scritture dei Profeti,/
per ordine dell’eterno Dio,/
annunciato a tutte le genti/
perché giungano all’obbedienza della fede,/
a Dio,/ che solo è sapiente,/
per mezzo di Gesù Cristo,/
la gloria nei secoli./ Amen.

Vangelo – Audio
Lc 1,26-38

Ecco concepirai un figlio e lo darai alla luce.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio».
Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei.